“CRONO” Il Mugo del Tempo-prima parte-1

di Nicola Crivelli

fotografie dell’autore

articolo pubblicato su

BONSAItalia ARTE E NATURA n° 74

Acquistai questo yamadori di pinus mugo nell’agosto del 2003; vi racconterò in questo articolo l’evoluzione di questa pianta.

Il pino mugo assieme all’abete e al larice è una delle conifere più presenti sulle mie montagne.

Ne esistono diverse varietà, alcune hanno portamento eretto altre hanno una crescita contorta e strisciante.

La presenza di legna secca, jin e soprattutto shari, è abbastanza tipica di quest’essenza.

Non essendo il legno del pino molto resistente alle intemperie, i jin si deteriorano velocemente e gli shari si svuotano creando dei tipici sabamichi (tronco cavo)

Prima impostazione

Eseguii la prima impostazione di questo mugo, nell’aprile del 2005, sotto la guida del Maestro Hideo Suzuki, nel terz’ultimo corso della Scuola d’Arte Bonsai. Nell’autunno del 2006 mi diplomai Istruttore.

Lavorai questo mugo dopo due anni dall’acquisto; per non rischiare di perdere la pianta bisogna essere sicuri che si sia ben attecchita, soprattutto con i mughi.

Come la maggior parte degli yamadori (piante raccolte in montagna/Yama), questo mugo presenta sia parti interessanti che difetti.

Gli Yamadori hanno un carattere molto forte; il punto focale di questa pianta è una grossa piega, molto naturale. Questo punto dovrà essere visibile dal fronte.

Un altro elemento caratteristico di questo mugo è  il secco, un grosso tenji con uno shari sotto di esso.

Questa zona di secco si è formata dopo la morte di un ramo che probabilmente era l’apice della pianta.

Nel programma della scuola d’arte bonsai, si imparano, nelle prime sessioni, tutti gli stili.

Questi stili sono visti nell’ottica giapponese, uno studiare la natura nelle sue forme idealizzate.

Imparati questi stili, si passa con i corsi superiori dedicati agli istruttori, ad una visione più personale, più interpretativa degli stili, sempre tenendo conto della naturalezza e la tipicità dell’essenza.

Questo mugo, fatto in uno di questi miei ultimi corsi, anche se realizzato sotto l’attenta guida del Maestro, rappresenta certamente una visione più personale ed interpretativa dello stile bonsai.

Non si tratta certo di un classico moyogi.

1-7-2003      

Ecco il pino mugo, come si presentava al momento dell’acquisto nel luglio del 2003. La cosa che subito mi aveva colpito era questo ramo con un interessante movimento

07.04.2005

Aprile del 2005. In questi due anni, il pino mugo è stato coltivato in funzione della sua lavorazione, accorciando le crescite lunghe e cercando di equilibrarne il vigore.

Da questo lato si vede la zona di legno secco e l’interessante movimento del tronco

Questo è il fronte migliore

Questa piega del tronco è il punto più interessante

Si procede eliminando quello che non serve

Si decide di fare una pianta compatta, perciò questo ramo, anche se con un bel movimento, viene eliminato

Dopo aver tolto il grosso ramo

Si lavora il moncone a jin

Anche il lungo ramo sulla sinistra viene prima accorciato

poi eliminato

Anche questo ramo viene eliminato ed lavorato a jin

Il jin deve essere piccolo

Il jin è abbozzato. Avendo eliminato i rami che crescevano in quel punto, si accentua il movimento interessante del tronco.

Inizio a lavorare sul lungo ramo dal movimento interessante.

Siccome dovrà essere compattato, il ramo è stato fasciato con un nastro di stoffa.

Il lungo ramo è stato avvolto con il filo di rame.

Un ramo sul retro è stato usato per creare i palchi posteriori.

Anche l’apice verrà piegato e abbassato

Con l’uso di una leva si abbassa l’apice

Ecco fatto

Mi accingo ad impostare l’apice

Il mugo quasi ultimato

Lato destro

Lato sinistro

Il fronte

 

“CRONO” Il Mugo del Tempo prima parte-2

“CRONO” Il Mugo del Tempo-Seconda parte

“CRONO” Il Mugo del Tempo-Seconda parte-Secondo rinvaso

Annunci

8 thoughts on ““CRONO” Il Mugo del Tempo-prima parte-1

  1. Pingback: Four new pages in “Work in Progress” | Kitora no do

  2. Pingback: Crono dislpay | Kitora no do

  3. Pingback: MY TREE IN THE SAKKA TEN 2012 – PEÑISCOLA | Kitora no do

  4. Pingback: Crono | Kitora no do

  5. Pingback: Kitora no do

  6. Pingback: Crono on Bonsai & News 135 | Kitora no do

  7. Pingback: I miei bonsai alla mostra Nazionale Svizzera e al 2° Concorso Bonsai Club Ticino | Kitora no do

  8. Pingback: Crono on Esprit Bonsaï #65 | Kitora no do

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...