“CRONO” Il Mugo del Tempo-Seconda parte-Secondo rinvaso

di Nicola Crivelli

fotografie dell’autore

articolo pubblicato su

BONSAItalia ARTE E NATURA  n° 75

Secondo rinvaso

Alla fine di marzo del 2009, aiutato dall’amico Mario, ho effettuato il rinvaso del mugo in un vaso definitivo, in un vaso tokoname rettangolare con gli angoli smussati rientranti.

In marzo 2009, assieme all’amico Mario, mi accingo ad effettuare il rinvaso del mugo

Una giornata piovigginosa, poco male, anzi meglio, la corteccia inumidita risulta meno fragile, e perciò è più facile maneggiare la pianta. Comunque, per evitare di rovinare troppo la corteccia, ho applicato uno straccio bagnato attorno al tronco, nella zona più delicata.

Il pane radicale si presenta ben compatto.

l’ultimo rinvaso risaliva al 2006

Il vaso definitivo, un tokoname rettangolare ma dagli angoli smussati

Districhiamo la zolla, il terriccio è prevalentemente composto di pomice e kiryu, perciò molto leggero e facile da togliere

Bisogna ridurre ancora di più la zolla

cerco di eliminare la maggior parte del terriccio originario possibile

districate le radici

ora andiamo meglio, le proporzioni del vaso sembrano corrette

retro

Si fissa saldamente la pianta con del filo d’alluminio

Il rinvaso è finito

lato sinistro

lato destro

il palco posteriore è da compattare

Il punto focale,

Il lungo shari che sale lungo il tronco

Luglio 2009 pulizia degli aghi

In dicembre 2009 rilego la pianta. Si tratta prevalentemente di una filatura fine

Ho ridotto il volume del primo ramo, che prima gli dava un portamento quasi da han-kengai (semi cascata)

Cerco sempre di evitare la chioma troppo triangolare, il Maestro Kobayashi, chiama i bonsai con la chioma troppo triangolare, bonsai onigiri.

Gli onigiri sono delle polpette di riso. Questo tipologia di forma è sconsigliata nella realizzazione di un bonsai

Il primo ramo un po’ fuori dagli schemi sta diventando la caratteristica che distingue un po’ tutte le mie creazioni

Ho qui preparato un allestimento con il mio pinus mugo

Ho usato uno scroll rappresentante la luna velata d’autunno.

Sullo scroll sono rappresentati anche dei giunchi.

I mughi crescono in alta montagna, spesso in terreni acquitrinosi.

Siccome la shitakusa (erba sotto, erba di compagnia) è raffigurala nello scroll, ho preferito lasciare lo spazio sulla destra vuoto

Il vaso e tokoname non smaltato, rettangolare, perciò shin. Le conifere sono Shin, maschili e formali.

Questo mugo nel suo portamento maschile però ha dei movimenti abbastanza sinuosi e gyo (informali). Perciò ho preferito un vaso Shin (rettangolare-formale) ma con gli angoli smussati, rientranti ed con un profilo morbido (gyo).

 

Annunci

5 thoughts on ““CRONO” Il Mugo del Tempo-Seconda parte-Secondo rinvaso

  1. Pingback: Four new pages in “Work in Progress” | Kitora no do

  2. Pingback: Crono dislpay | Kitora no do

  3. Maestro Kitora , mi sto apprestando ad effettuare il primo rinvaso di un MUGO di una quindicina di anni allevato in vivaio. Visto l’osticita di queste conifere nell’accetare di sfoltire e accorciare le radici mi chiedevo se non avesse qualche consiglio da darmi per aumentare le probabilita’ di successo.
    Grazie

    Mi piace

  4. Eccellente demo. Le radici oltre ad essere state districate sono state anche ridotte? E se tagliate sarebbe importante vedere di quanto. E poi il nuovo terriccio aveva la stessa composizione pomice e kiryu come il precedente? Grazie per la risposta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...