Workshop di Nevis-Silvestris, biancospino e olmo

Workshop di Nevis, le sue piante diventano sempre più matureIMG_0820 IMG_0821 Pulizia e rifinitura su questo bel pino silvestre yamadoriIMG_0822 IMG_0823 IMG_0824 IMG_0825 IMG_0826 IMG_0827 IMG_0828 Cerchiamo di valorizzare i vuoti e i pieni di questo bel biancospinoIMG_0829 IMG_0830 IMG_0831 IMG_0832 IMG_0833È già diverse volte che lavoriamo questo ometto, è giunto il momento di risolvere un grosso problema che si ripresenta ogni volta.
IMG_0834 IMG_0835 IMG_0836 IMG_0837 IMG_0838 IMG_0839 IMG_0840 FronteIMG_0841 IMG_0842

Biancospino di Remo

IMG_7465Questo biancospino è molto ramificato, eseguirò solo una potatura leggera e un po’ di filo.IMG_7466 IMG_7467 Senza foglie si vedono i rami che non vanno bene, quelli troppo grossi e/o cilindrici.IMG_7468 Anche in questa pianta è da mantenere e far sviluppare la ramificazione bassa.IMG_7469Filatura del primo ramo che dovrà prendere forza e carattere.
IMG_7470 IMG_7471 Il biancospino dopo la potatura e filatura.

IMG_7472 IMG_7473

Biancospino di Remo

IMG_7410 Biancospino probabilmente yamadori.

L’apice è molto forte mentre i rami bassi sono un po’ deboli, bisogna riequilibrare la dominanza apicale.IMG_7411 I due fronti sono abbastanza simili, mon ci sono punti d’interesse particolari.IMG_7412 il biancospino è stato defogliato per poter analizzare la struttura dei rami.IMG_7413 IMG_7414 IMG_7415In questa zona del tronco si intuisce un ritiro di linfa.

IMG_7416 IMG_7417 Nella zona dove ha ritirato la linfa il legno è deteriorato.IMG_7418La parte interna del legno è polverizzata. Con un bisturi limino la parte morbida del legno.
IMG_7419 IMG_7420 Utilizzo per la pulizia del secco diversi tipi di spazzole.IMG_7421 -sapazzola di ottone rigida

-spazzola di ottone morbida

-spazzolini di ferro duro e morbido

-spazzolino di nylon del tipo per pulire le dentiere

Ho utilizzato anche la spazzola di nylon del proxxon.

IMG_7422Il secco è stato pulito.
IMG_7423 IMG_7424 Si consolida il secco con liquido per jin.IMG_7425 Di norma si sconsiglia il secco sulle latifoglie, in questo caso cercheremo di vedere il biancospino come se fosse un prunus mume.IMG_7426 La parte di legno morta potrà diventare il punto focale di questo biancospinoIMG_7427 IMG_7428 Inizio a filare i rami più bassi, questi rami sono importanti e dovranno aumentare di spessore.IMG_7429 Per questo motivo non sono stati potati, ho cercato di movimentarli con la filatura.IMG_7430 La pianta è stata completamente filata, la zona apicale è stata anche potata energicamente.IMG_7431 IMG_7432 IMG_7433FRONTE A

Ho lasciato aperti la scelta del fronte, in futuro si deciderà se scegliere la parte con lo shari o il fronte con meno legna secca.IMG_7434 FRONTE B

IMG_7435 Osservando la pianta dal lato sinistro si può già intuire quale dei due fronti è più corretto.IMG_7436